Myanmar (Birmania)

Myanmar (Birmania)

Affascinante Paese ricco di tradizioni con una cultura millenaria, il Myanmar chiamato anche “Il Paese delle Mille Pagode” o “la Terra dorata”, offre l’opportunità di immergersi totalmente nell’essenza della cultura e della filosofia buddhista.Il Myanmar è probabilmente il Paese che in Oriente ha il maggior numero di templi buddhisti antichi e moderni; alcuni di essi come la Shwedagon Pagoda di Yangon, l’Ananda Pahto, il Shwegugyi Pahto e la Shwezigon Pagoda di Bagan, la Shwemawdaw Pagoda di Bago sono imponenti capolavori architettonici costruiti tra l’800 e il 1.100 DC con grande uso di materiali pregiati come l’oro e le pietre preziose.L’atmosfera che regna all’interno di questi templi è magica; monaci e fedeli si incontrano quotidianamente per pregare, fare offerte al Buddha e ai numerosi spiriti (NAT) importanti nella vita di ogni uomo o donna birmana. I templi sono anche luoghi per riposare, per parlare, incontrarsi, meditare; sono il fulcro, l’essenza della filosofia di vita in Myanmar.
 
 
Documenti :
Passaporto in corso di validità con scadenza minimo 6 mesi dal vs rientro in Italia
 
 
Visto :
E’ necessario fare vistare il passaporto dall’Ambasciata a Roma prima di partire per il Myanmar. Il visto normalmente viene concesso per 4 settimane
 
 
Tasse aeroportuali:
Prima di lasciare il Myanmar viene richiesto il pagamento di una tassa aeroportuale di circa 10 USD per passeggero
 
 
Abbigliamento :
Pratico e semplice con qualche indumento pesante (pile e giacca impermeabile) rispettivamente per l’inverno e le piogge estive
 
 
Fotografie :
Meglio portare una buona scorta di pellicole e batterie dall’Italia. I Birmani si fanno fotografare piuttosto volentieri. Per educazione chiedete prima al soggetto se non lo disturba. E’ vietato e potrete avere guai se fotografate strutture militari, mezzi e militari, ponti, aeroporti e tutto ciò che secondo il regime può essere obiettivo “strategico” e di importanza militare.